Appuntata sotto gli 11.000 dollari, il prezzo Bitcoin è in secondo piano rispetto a Uniswap (UNI)

Appuntata sotto gli 11.000 dollari, il prezzo Bitcoin è in secondo piano rispetto a Uniswap (UNI)

Il prezzo del Bitcoin deve ancora affrontare la resistenza a $11K mentre i trader rivolgono la loro attenzione a DeFi-tokens come Uniswap (UNI).

All’inizio del weekend, il prezzo del Bitcoin (BTC) continua a fluttuare tra i 10.800 e gli 11.000 dollari.

Un’istantanea della performance giornaliera Ethereum Code del mercato di Cryptocurrency

Alcuni analisti direbbero che l’asset digitale ha perso slancio, ma un rapido sguardo al grafico di 1 o 4 ore mostra il chugging Bitcoin lungo i lati in un intervallo definito che inizia a vedere una certa compressione.

Grafico BTC/USDT a 1 ora

Nonostante quello che sembra essere un ‚disinteresse‘ da parte dei trader di crittografia, il prezzo Bitcoin sta dipingendo bassi e alti più alti e se questo modello continua un breakout dovrebbe essere previsto prima della chiusura settimanale. Naturalmente prevedere la direzione di questo breakout è la parte difficile.

Se il breakout fosse al rialzo, la resistenza a $11.150 e $11.600 renderà difficile qualsiasi tentativo a $12.000.

Nel caso in cui il prezzo si rompesse al ribasso, i trader si aspetterebbero un supporto a $10.550, ma il divario da $10.826 a $10.480 sul profilo del volume visibile suggerisce che $10.490-$10.400 è il punto in cui il prezzo si fermerebbe.

Quindi, al momento, le probabilità di rischio-reward per il trader medio non sono molto allettanti, soprattutto se confrontate con la succosa azione di prezzo vista da un token UNI di UniSwap, che ha raggiunto un altro 124% venerdì.

L’azione del prezzo giornaliero UNI/USD

Infatti, i dati di DeFi Pulse mostrano che il valore totale bloccato in UniSwap DEX ha raggiunto 1,75 miliardi di dollari quando i trader sono tornati sulla piattaforma per acquisire vari token relativi a DeFi o guadagnare un alto interesse da yield farming.

Valore totale in USD bloccato in Uniswap

Nel corso delle ultime 24 ore la piattaforma ha visto un aumento dell’80% dell’afflusso ed è possibile che l’intensa attenzione dei trader che inseguono i profitti DeFi stia riducendo la domanda di Bitcoin in quanto gli scambi centralizzati hanno registrato un calo dei volumi spot.

I volumi giornalieri aggregati spot Bitcoin

Dato che la domanda di gettoni relativi a DeFi-è probabile che aumenti, i trader potrebbero tenere d’occhio il prezzo dell’Etere, dato che l’altcoin ha già guadagnato il 10% dall’inizio della settimana e potrebbe arrivare a $422 se i tori possono spingere il prezzo attraverso il nodo VPVR ad alto volume a $392.